Aprire un'attività

Per aprire un’attività il neo imprenditore deve essere in possesso dei requisiti morali (non essere stato dichiarato fallito, non aver riportato condanne penali o detentive, non essere sottoposto a sorveglianza speciale, divieto o obbligo di soggiorno, non essere stato dichiarato “delinquente abituale”).

In caso di vendita o somministrazione di alimenti e bevande, sono obbligatori anche i requisiti professionali (possesso di un determinato titolo di studio, esperienza lavorativa come dipendente qualificato nel settore degli “alimenti”, superamento esame di un corso riconosciuto dalle Regioni o dalle Province Autonome).

Una volta appurato il possesso dei requisiti, il passo successivo è quello di avere un’idea imprenditoriale valida nonché la predisposizione di un’accurata pianificazione (verificare la presenza di attività similari nelle vicinanze, la capacità di spendita dell’utenza, l’offerta merceologica, ecc.).

Qualunque sia la tipologia di attività che si apre, occorre rispettare un determinato iter burocratico che prevede, a titolo esemplificativo:

  • l'apertura della Partita Iva;
  • l’iscrizione al RegistrodelleImpresepresso la Camera di Commercio locale;
  • l’apertura delle posizioni INPS ed INAIL;
  • la comunicazione certificata di inizio attività (DUA) presso l’ufficio SUAPE del Comune sede dell’attività;
  • la comunicazione all’Agenzia delle Dogane quando si somministrano alcolici;
  • la Comunicazione Unica per la Camera di Commercio e gli enti interessati tramite posta elettronica certificata (PEC).
  • L’autorizzazione sanitaria rilasciata dalla ASL
  • l’autorizzazione dei Vigili del Fuoco quando i locali superano determinati parametri.

Altro aspetto da tenere in considerazione è il budget necessario per aprire un’attività e, su questo aspetto, ci sono molti fattori che potrebbero far oscillare la spesa iniziale.

Gli elementi da valutare preventivamente possono essere:

  • la tipologia di attività
  • i locali (dimensione, posizionamento, affitto, utenze, allacciamento reti, ristrutturazioni, adeguamenti)
  • adempimenti burocratici, consulenze e licenze
  • arredamento, attrezzature, software e hardware,
  • prime forniture di merce
  • Personale dipendente
  • Pubblicità

Confcommercio è a fianco dell’imprenditore in ogni passo