Pubblicato in Comunicazioni
02.04.2021

D.L. 44 del 1 Aprile 2021 - cosa cambia dal 7 al 30 aprile

E' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D.L. N°44 del 1 aprile 2021.

Cosa cambia quindi dal 7 Aprile al 30 Aprile?

NIENTE ZONE GIALLE

Dal 7 aprile spariscono le zone gialle e bianche.  L’Italia sarà divisa in zone rosse e arancioni fino al 30 aprile. La Sardegna resta in zona arancione. Tuttavia, in ragione dell’andamento della situazione epidemiologica e dello stato di attuazione del piano nazionale di vaccinazione, il Consiglio dei Ministri, con propria deliberazione, potrà adottare determinazioni in deroga a tale disposizione.

 

COPRIFUOCO

 

Confermato tra le 22 e le 5 il divieto di circolazione salvo, come sempre, motivi di lavoro, salute o urgenza.

SPOSTAMENTI e VISITE A PARENTI E AMICI

 Per la zona arancione, è consentito in ambito comunale, lo spostamento verso una sola abitazione privata, una volta al giorno, in un arco temporale compreso tra le ore 5.00 e le 22.00, e nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la responsabilità genitoriale e alle persone con disabilità o non autosufficienti conviventi.

BAR E RISTORANTI

Dalle 5.00 alle 22.00 è consentita la vendita con asporto di cibi e bevande, come segue:
- dalle 5.00 alle 18.00, senza restrizioni;
- dalle 18.00 alle 22.00, è vietata ai soggetti che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina (codice ATECO 56.3).
Nelle aree o negli orari in cui è sospeso il consumo di cibi e bevande all’interno dei locali l’ingresso e la permanenza negli stessi da parte dei clienti sono consentiti esclusivamente per il tempo strettamente necessario ad acquistare i prodotti per asporto e sempre nel rispetto delle misure di prevenzione del contagio. Non sono comunque consentiti gli assembramenti né il consumo in prossimità dei locali.

La consegna a domicilio è consentita senza limiti di orario, ma deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti.

Possono restare aperti oltre le ore 18 solo gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate negli ospedali, negli aeroporti e lungo le autostrade (NO altre strade extraurbane o secondarie a lunga percorrenza).

Continuano ad applicarsi, inoltre, le altre disposizioni contenute nel DPCM del 2 marzo 2021, tra cui il divieto di feste, sagre, fiere, convegni, congressi, cerimonie pubbliche, nonché la sospensione delle attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, delle attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò.

NEGOZI E CENTRI COMMERCIALI

APERTI: tutti i negozi fino alle ore 21

APERTI: centri commerciali dal lunedì al venerdì

APERTI: mercati all’aperto

CHIUSI: centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi. Al loro interno restano aperti negozi alimentari, farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, edicole e tabaccai